Polizia Urbana e Sicurezza

Uffici

Nome Telefono E-mail
Polizia Locale 0161/833127 polizia.locale@comune.crescentino.vc.it

Attività svolte

1) Accertamenti anagrafici ed informativi per altri Enti

La Polizia Municipale effettua accertamenti per pratiche anagrafiche nei seguenti casi:

  • accertare l'effettiva dimora dei cittadini nel luogo in cui gli stessi ne abbiano presentato richiesta presso gli Uffici dell’Anagrafe. 
  • accertamenti relativi a richieste pervenute da altri enti: Tribunali - INPS - Ministeri - altri Comuni

2) Ambiente
 
La Polizia Municipale svolge attività di controllo sul rispetto delle norme a tutela dell'ambiente in relazione a inquinamento idrico, atmosferico, acustico e del suolo.

Questi sono alcuni dei campi di intervento:

·         accertamento degli scarichi in acque pubbliche, private e in fognatura

·         accertamento del disturbo alla quiete pubblica da rumore

·         accertamento sullo smaltimento dei rifiuti solidi e sulle discariche

3) Atti e indagini giudiziari
 
Il personale della Polizia Municipale ha mansioni di Agente / Ufficiale di Polizia Giudiziaria (vedi titolo III del Codice di Procedura Penale).
Svolge attività di iniziativa, dandone tempestiva comunicazione al Pubblico Ministero, oppure su delega dello stesso.
Scopo dell’attività di polizia giudiziaria è raccogliere ogni elemento utile all'applicazione della legge penale.

La Polizia Municipale esegue indagini di polizia giudiziaria, in particolare:


• indagini delegate dalla Procura della Repubblica
• indagini richieste da altre Forze di Polizia
• indagini legate alle attività del Corpo di natura penale

• notifiche per procura e tribunali

4) Commercio e polizia amministrativa

La Polizia Municipale esegue le operazioni di controllo riguardanti tutte le attività commerciali: in sede fissa, su aree pubbliche, artigianali, pubblici esercizi, ricettive, mercati.
I controlli finalizzati alla tutela del consumatore riguardano la verifica del possesso delle necessarie autorizzazioni e/o licenze per esercitare tali attività, dei requisiti igienico-sanitari, il rispetto della pubblicità dei prezzi anche nei periodi di saldi o vendite straordinarie.
La Polizia Municipale controlla il regolare svolgimento delle attività di servizio di piazza (taxi) e del servizio di noleggio con conducente per il trasporto di persone. Verificando il regolare funzionamento della strumentazione (tassametro) e le autorizzazioni allo svolgimento.
Infine rientrano tra i controlli commerciali di polizia amministrativa la verifica della regolarità degli impianti pubblicitari fissi e mobili esposti sul territorio, comprese le verifiche della pubblicità elettorale in occasione delle relative consultazioni.

5) Edilizia

La Polizia Municipale a tutela del territorio effettua controlli sull'attività edilizia e urbanistica verificando inoltre il rispetto di eventuali vincoli paessaggistico-ambientali o architettonici.

In particolare effettua:

• rilievo di opere abusive di qualunque entità attraverso accertamenti di natura amministrativa e giudiziaria 

• controllo sull'attuazione di atti emessi dal Sindaco in materia 

• verifica ripristini a seguito di violazioni del Regolamento Edilizio 

6) Educazione alla Sicurezza Stradale e alla Civile Convivenza delle scuole

7) Politiche della sicurezza
La Polizia Municipale analizza in modo specifico ed approfondito, le istanze della cittadinanza in materia di sicurezza e decoro con particolare riferimento al regolamento di polizia urbana. Il personale a ciò dedicato effettua servizio in maniera pressoché esclusiva a piedi presidiando i luoghi di aggregazione individuati in base alle istanze stesse, quali parchi pubblici, piazze, centri commerciali naturali, ecc... 

La Polizia Municipale in materia di sicurezza urbana si occupa di:

·         prevenzione e repressione dell'abusivismo commerciale con particolare riferimento ai prodotti con marchio contraffatto

·         controlli sull'accattonaggio (con utilizzo di minori,animali e/o attività in strada quali lavavetri, ecc..)

·         controllo sui bivacchi e insediamenti in aree pubbliche e private

·         controlli su occupazioni di terreni o edifici sia privati che pubblici

·         controlli sulla disciplina dell'immigrazione e sulle norme di soggiorno

·         controlli sui campi nomadi

·         assistenza minori non accompagnati

·         controllo e verifiche patrimonio immobiliare proprietà pubblica

8) Rilievo incidenti stradali

9) Tributi Comunali

La normativa attribuisce alla Polizia Municipale il compito di  svolgere i controlli relativi ai tributi locali di competenza secondo quanto previsto dai rispettivi regolamenti.

10) Verbali

La Polizia Municipale ha il compito di seguire la vita di un verbale dall' accertamento della violazione, al momento della sua redazione fino alla chiusura dello stesso, che avviene o con il pagamento  della sanzione, compresivo delle spese di accertamento e notifica come indicato sul verbale, o con l'archiviazione/annullamento a seguito di accettazione di ricorso.

I documenti trattati non sono solo i verbali relativi al Codice della Strada, ma  comprende tutti i verbali di Legislazione Speciale che prevedano quali sanzioni amministrative il pagamento di una somma di denaro e il loro ricorso sia di competenza del Sindaco.

Notizie

Mag
10
2021
Attenzione: viabilità modificata

Lavori di messa in sicurezza della S.P. n. 85 "S.P. 1 - San Silvestro" - tratto compreso tra gli abitati di S. Genuario e S. Silvestro

Mag
05
2021
Viabilità Modificata - lunedì 10 maggio dalle 11 alle 14

In occasione del passaggio della terza tappa del Giro d'Italia nel centro storico di Crescentino

Mag
04
2021
"Io rispetto il ciclista"

Campagna di sensibilizzazione della sicurezza sulla strada: venerdì 7 maggio tappa a Crescentino

Nov
10
2020
Macellazioni private di suini ad uso domestico privato

Sospese a tempo indeterminato e comunque fino a nuove disposizioni legislative tutte le macellazioni a domicilio

Ott
23
2020
Obbligo di restare nelle proprie abitazioni dalle 23 alle 5

La misura restrittiva sarà in vigore da lunedì 26 ottobre e sino al 13 novembre

Piano di Emergenza esterna dell'Impianto Eurex - Sogin di Saluggia

Pubblicazione ai sensi del D.Lgs. n° 230 del 17 marzo 1995 e ss.mm.ii.

File scaricabili

AUTOCERTIFICAZIONE MARCHE DA BOLLO
  1. Modulo da utilizzare per annullare le marche da bollo per qualunque pratica
CESSIONE DI FABBRICATO

E' una comunicazione che deve essere effettuata da chi cede (cedente) in proprietà, o in godimento a qualunque altro titolo, per un periodo superiore a 1 mese, l'uso esclusivo di un fabbricato (es. abitazione, garage) o parte di esso.

La comunicazione di cessione fabbricato deve essere presentata allo sportello dell'Ufficio di Polizia Locale del Comune, entro 48 ore dalla cessione di fatto dell'immobile, compilando in tutte le sue parti un apposito modulo anche detto denuncia di "Cessione di fabbricato" (modelli reperibili presso le cartolerie che dispongono di modulistica per uffici) in cui vengono riportate informazioni relative al cedente, al cessionario (persona che subentra) e al fabbricato stesso (che deve essere ubicato nel Comune di Crescentino).

Gli ultimi Decreti (vedi in fondo alla pagina i riferimenti normativi) hanno disposto che la citata comunicazione all'autorità locale sia «assorbita» dalla registrazione del contratto di locazione o di compravendita di immobili presso l'Agenzia delle Entrate. Ovvero non sussiste più l'obbligo di presentarla qualora sia stato registrato il relativo contratto di locazione.

Mentre prima, chiunque cedeva la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo anche con contratto verbale, per un periodo superiore a 1 mese, l'uso esclusivo di un fabbricato o parte di esso, aveva l'obbligo di presentare la denuncia all'Autorità di Pubblica Sicurezza, entro 48 ore dalla consegna dell'immobile, ora, in seguito alle nuove disposizioni, questo obbligo viene "assorbito" quando l'immobile (adibito a qualsiasi uso) viene ceduto con contratto di compravendita. Quindi l'obbligo di presentazione della denuncia di Cessione di Fabbricato è cessato anche per i contratti di compravendita purché registrati.

Per quanto riguarda la locazione, invece, l'obbligo viene "assorbito" soltanto nel caso in cui si ceda un immobile ad uso ABITATIVO e il contratto di locazione venga REGISTRATO.

Il beneficio dell' "assorbimento" dell'obbligo di comunicazione é escluso per la locazione di immobili adibiti ad altri usi, attività d'impresa, di arti e professioni (garage, negozi, magazzini, ecc.). La cessione di fabbricato deve essere presentata anche nel caso in cui il soggetto presti servizio nell’immobile a qualsiasi titolo (badante, colf, ecc...).

In caso di vendita o affitto di bene immobile a cittadino EXTRACOMUNITARIO è sempre in vigore l'obbligo di comunicare al Comune la "cessione di immobile" ai sensi del Decreto Legislativo 286/199.

Modalità di presentazione:
Per informazioni e consegna della comunicazione di cessione fabbricato (il modulo può anche essere ritirato presso le cartolerie che dispongono di modulistica per uffici), rivolgersi allo sportello dell'Ufficio di Polizia Locale (per i fabbricati ubicati nel territorio di Crescentino) o inviare tale comunicazione al Comune, tramite posta con raccomandata A.R. (fa fede la data di spedizione della raccomandata), entro 48 ore dalla consegna dell'immobile o parte di esso.

ATTENZIONE:
la cessione di fabbricato va presentata in caso di compravendita o locazione di immobile o comunque la cessione del godimento dell’immobile per un tempo superiore a un mese (NON VA PRESENTATA PER UTILIZZO PER UN TEMPO INFERIORE A UN MESE).

DENUNCIA DI SMARRIMENTO CANINA
Chiunque smarrisca un cane deve entro 3 giorni farne denuncia alla Polizia locale
DICHIARAZIONE DI OSPITALITA' CITTADINO EXTRACOMUNITARIO

La normativa contenuta nell'art 7 del Decreto legislativo 286/98, c.d. Testo Unico sull'Immigrazione, prevede un adempimento che, seppur con finalità diverse, ha un contenuto simile a quello previsto in caso di dichiarazione di cessione fabbricati dall'art. 12 della legge 18 maggio 1978 n. 191 di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 21 marzo 1978 n. 59.

La norma sulla dichiarazione di cessione fabbricati ha valenza generale, ovvero pone un obbligo a carico di "chiunque ceda" a vantaggio di qualsivoglia persona, mentre la normativa di cui al citato art. 7 non si riferisce al solo caso della cessione ma anche a qualsiasi forma di alloggio od ospitalità, nei confronti di uno "straniero od apolide", fornita dal datore di lavoro o dal mero ospitante.
Occorre precisare immediatamente che per "straniero" si intende esclusivamente il cittadino extracomunitario. Laddove, in presenza dei requisiti richiesti dalla norma di cui al citato art. 12, venga effettuata, in favore dello straniero, la dichiarazione di cessione di fabbricato, non occorre una seconda comunicazione ai sensi dell'art. 7.

Viceversa la dichiarazione di mera ospitalità dello straniero, non sostituisce in alcun caso la dichiarazione di cessione fabbricato, laddove sia concesso un uso esclusivo del bene superiore a 30 giorni.

Art. 7. Obblighi dell'ospitante e del datore di lavoro. 1. Chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio ovvero ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine, ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza.

La comunicazione comprende, oltre alle generalità del denunciante, quelle dello straniero o apolide, gli estremi del passaporto o del documento di identificazione che lo riguardano, l'esatta ubicazione dell'immobile ceduto o in cui la persona è alloggiata, ospita o presta servizio ed il titolo per il quale la comunicazione è dovuta.
Per ulteriori informazioni consultare il sito della "QUESTURA DI VERCELLI" o consultare la circolare in merito sul sito dell'Agenzia dell'Entrate.

REGOLAMENTO DI POLIZIA RURALE
REGOLAMENTO VIDEOSORVEGLIANZA
RICHIESTA CONTRASSEGNO PER SOSTA INVALIDI

Ai disabili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, viene rilasciato, previa presentazione di documentata istanza, il CONTRASSEGNO INVALIDI, al fine di agevolare la sosta dei veicoli utilizzati.
Il CONTRASSEGNO INVALIDI, da esporre ben visibile sull'autovettura, viene rilasciato dal Comune di residenza ed è utilizzabile su tutto il territorio europeo.

Il contrassegno è strettamente personale e non è vincolato ad uno specifico veicolo nè alla titolarità della patente di guida; può essere utilizzato per la circolazione purchè l'interessato sia a bordo del veicolo.

Per ottenere tale CONTRASSEGNO l'interessato deve rivolgersi all'ASLTO4 - Servizio di Medicina Legale al fine di ottenere, a seguito di visita, la certificazione medica nella quale è espressamente indicato che la persona ha una effettiva capacità di deambulazione sensibilmente ridotta.
Successivamente l'interessato deve presentare apposita istanza in carta libera, in bollo se a tempo determinato,, allegando alla domanda il certificato rilasciato dall'ASL.
Per le persone temporaneamente invalide in conseguenza di infortunio o per altre cause patologiche, il contrassegno verrà rilasciato a tempo determinato. In tal caso la certificazione medica rilasciata dall'ASL deve indicare il presumibile periodo di durata dell'invalidità.
Per i certificati a tempo indeterminato, allo scadere dei 5 anni del contrassegno, occorre chiedere il RINNOVO compilando l'istanza ed allegando in questo caso il certificato rilasciato dal medico curante che conferma il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio.

In caso di deterioramento, smarrimento o furto del contrassegno occorre presentare istanza allegando rispettivamente il contrassegno deteriorato o la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà o la denuncia agli organi di Polizia.

Alla domanda vanno allegati:

  • certificato medico rilasciato dall'ASL o medico curante o verbale della Commissione Invalidi dell'ASL;
  • nr. 1 foto tessera recente;
  • carta di identità in corso di validità, in fotocopia;
  • se straniero, anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità;
  • nel caso di concessione temporanea, n° 2 marche da bollo da € 16,00.


L'istanza con i relativi allegati deve essere consegnata, o direttamente all'Ufficio Protocollo Generale o all'Ufficio di Polizia Locale.

RICHIESTA OCCPUAZIONE SUOLO PUBBLICO
RICHIESTA PER AMPLIAMENTO DI PASSO CARRABILE
RICHIESTA PER MANTENIMENTO DI PASSO CARRAIO
RICHIESTA PER NUOVA APERTURA DI PASSO CARRABILE